Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Gagliardo Ermanno
(Pittore)

Nato a Palermo il 21 ottobre 1921 e morto a Desenzano del Garda il 9 marzo 1993.

Diresse la Galleria d'arte "Flaccovio" dal 1956, dal 1960 fu direttore artistico e grafico della omonima casa editrice.

Nel 1965 cura come scenografo la messa in scena della "Lupa" di Giovanni Verga, per la regia di Angelo Musco.

Partecipò a mostre collettive conseguendo diversi riconoscimenti; nel 1955 vinse il primo premio alla mostra "A. De Gasperi", alla mostra "Festa dell'arte" di Palermo e alla mostra "Ville settecentesche" di Bagheria.

Ebbe il secondo premio alla mostra internazionale della gioventù a Roma ed il premio Acquisto alla mostra internazionale di Acireale nel 1967.

Fu presente in manifestazioni nazionali come il premio Forlì del 1957, il premio Marzotto, il premio Michetti ed il Maggio di Bari del 1959, il premio Arte Sacra; alla mostra di artisti siciliani, di pittura e di disegno "Paladini di Sicilia" e "Storia dei Pupi" a Palermo del 1961, alla mostra "Balletti di Demetra" a Palermo, alla mostra nazionale di Pisa del 1960 ed al premio Sicilia Industria nel 1962.

Espose anche all'estero, nel 1958 al Centro "Bellas Artes" di Maracaibo, nel 1959 alla Galleria "Norte-Sur" di Caracas, nel 1963 alla Galleria "Burdecke" di Zurigo.

In Italia tenne numerose personali, come quella alla Galleria "Il Fondaco" di Messina nel 1968 e fino al 1990 ad intervalli quasi annuali, presso la Galleria "Flaccovio" di Palermo.

Una delle ultime rassegne nelle quali è presente è la "Theotokos" di Tindari nel 1988, dove espone "Anacronismo" e "La Pietà".