Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Amato Pojero Giuseppe
(Filosofo)

Nato il 4 gennaio 1863 e morto il 30 settembre 1940

In possesso di due lauree, in matematica e fisica conseguita a Pisa nel 1884, e in giurisprudenza, ottenuta a Napoli nel 1886, si iscrisse nella Facolta' di medicina studiando dapprima a Napoli e poi a Berlino, fino al ritorno a Palermo costretto da frequenti attacchi di stenocardia.

Per un certo periodo si dedicò alle cure di una banca che aveva costituito insieme al fratello Michele, finchè ritiratosi nella sua villa presso la via Liberta' creò un cenacolo che divenne un centro di dibattito culturale tra scienziati, letterati, teologi. Il cenacolo si trasformò in Societa' per gli studi filosofici ed infine in Biblioteca filosofica di Palermo.

Questa ebbe vita attivissima per circa un trentennio (dal 1910 al 1937, quando divenne una sezione dell'Accademia di scienze, lettere e arti) e vide la partecipazione di eminenti studiosi italiani e stranieri come Giovanni Gentile, Cosmo Guastella, Francesco Orestano, Santino Caramella, Vito Fazio Allmayer, padre Agostino Gemelli, padre Gillet, Franz Brentano.

Fu anche socio del Circolo matematico e del Circolo giuridico. Restano di lui numerosi scritti, pensieri e una serie di Quaderni, editi nel 1946 con il titolo "Esigenza critica e immortalita' dell'anima" curati dalla moglie, la professoressa Maria Concetta Comparato. La Provincia di Palermo ha ripubblicato nel 2000 i tre volumi dell' "Annuario della Biblioteca filosofica" e realizzato una mostra documentaria.