Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Di Svevia Manfredi
Di Svevia Manfredi
(Re di Sicilia)

Nacque nel 1232 e morì a Benevento il 26 febbraio 1266.

Figlio naturale dell'imperatore Federico II e della nobildonna Bianca Lancia.

Alla morte del padre nel 1250, approfittando dell'assenza del fratello Corrado IV, trattenuto in Germania, assunse di fatto il governo dell'Italia meridionale.

Morto anche il fratello, scavalcò i diritti del nipote Corradino, di appena due anni più giovane.

Fu più volte scomunicato dal Papa.

L'undici agosto 1258 fu solennemente incoronato re di Sicilia nella cattedrale di Palermo.

Caldeggiò il matrimonio della propria figlia Costanza con Pietro, futuro re d'Aragona, matrimonio che avrebbe impresso una svolta determinante alla storia di Sicilia dopo lo scoppio della rivolta del Vespro.

Sempre avversato dei pontefici, venne sconfitto e ucciso da Carlo d'Angiò paladino della Chiesa, nella battaglia di Benevento.

Il suo cadavere che i soldati avevano coperto con un cumulo di pietre fu, per ordine del vescovo di Cosenza, dissotterrato e lasciato insepolto presso il fiume Garigliano.

Dante, che descrive Manfredi "[...] biondo, bello e di gentile aspetto", immagina che egli si sia pentito in punto di morte dei suoi peccati e lo pone nell'Antipurgatorio, perdonato così dalla misericordia di Dio anche se escluso dalla grazia della Chiesa.