Comune di Palermo - Consulta l'Archivio

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Archivio Biografico Comunale - Consulta l'Archivio
Consulta l'Archivio
Archivio Biografico Comunale
La consultazione dell'archivio biografico, alfabetica o ad nomen, consente di accedere alla biografia del soggetto interessato, completa delle sue fonti.
Tutte le biografie e il materiale a disposizione sono in lingua italiana.
INDICE ANALITICO
RICERCA LIBERA
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Crescenzio Antonello
(Pittore)

Nato nel 1467 e morto nel 1542.

Molta parte della critica lo identifica con Antonello Panormita, anche se al riguardo esistono non poche perplessità in quanto alcuni storici dell'arte ritengono si tratti di pittori diversi: in taluni casi appaiono differenti le caratteristiche dei gruppi di opere che portano le due firme: Antonellus Panormita o Antonellus Crexenciu. Altre volte le firme sembrano usate indifferentemente. La soluzione indicata dal Di Marzo è che si tratti di un unico artista con alle spalle una vasta e fiorente bottega.

Il pittore sentì l'influenza delle opere che provenivano in gran numero dalle Fiandre e dall'Olanda, guardando con attenzione all'arte di Antonello da Messina, come si nota nella tavola Madonna, Bambino e due Sante conservata nel Museo di Palazzo Bellomo a Siracusa e riferita ad "Antonello Panormita"  che il  Di Marzo data 1497.

Risulta che in quegli anni il pittore sposò una donna siracusana. Antonio, o Antonello, Crescenzio intorno al 1501 eseguì un grande Polittico ligneo, di cui rimangono pochi pannelli per la Chiesa Madre di Polizzi.

Dal 1503 il Crescenzio lavorò alla Cappella di S. Cristina nella Cattedrale di Palermo. In seguito dipinse gli sportelli dell'organo della Chiesa Madre di Corleone, gli ottantacinque quadri per il soffitto di S. Maria la Nuova a Palermo e dipinse un quadro per la grande icona dell' altare maggiore della Chiesa del Carmine.

Sono di mano dell'artista la Madonna del Carmine di Palazzo Abatellis e la Madonna di Monserrato tra le SS.Caterina d'Alessandria e Agata della Chiesa della Gancia a Palermo, firmata Antonello Panormita.

Firmate da Antonello Crescenzio sono invece due copie dello Spasimo di Sicilia.