Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

DIPENDENTI COMUNALI. ABBONATO RISPONDE A BADAGLIACCA

(data pubblicazione 02 Marzo 2013)

Con riferimento alla lettera aperta inviata oggi da Giuseppe Badagliacca della Cisl all'Amministrazione comunale, l'Assessore Luciano Abbonato risponde che 'Stupisce la lettera inviata da un singolo sindacalista all'indomani di un incontro molto costruttivo fra la Giunta e tutte le Organizzazioni sindacali, voluto fortemente dal Sindaco, nel corso del quale la stessa Organizzazione sindacale ha esternato solo una minima parte dei temi posti oggi, esprimendosi per altro con toni ben diversi e con uno spirito collaborativo che non si coglie invece nella missiva di oggi. Stupisce per altro che venga criticato il tempo trascorso fra l'insediamento della Giunta e lo svolgimento dell'incontro, omettendo di dire che in questi mesi si sono svolti diversi incontri di settore, propedeutici ad un incontro complessivo di tutto il comparto e omettendo sopratutto di dire che un simile incontro non si è mai svolto nell'ultimo decennio. Vale la pena ricordare che col Sindaco erano presenti tutti gli Assessori, il Segretario Generale, dei Capi Area competenti in tema di Risorse Umane e Sviluppo Organizzativo, segno della grande attenzione mostrata al rapporto con i dipendenti e con le loro rappresentanze sindacali. Nel corso dell'incontro, durato oltre tre ore, il Sindaco ha evidenziato, in modo preciso settore per settore, le criticità e le prospettive, mostrando attenzione e conoscenza per le problematiche specifiche e dimostrando l'attenzione posta alla valorizzazione dei dipendenti come parte essenziale di un percorso di rinascita della città. In tutti gli incontri pubblici e privati avuti con quella e con le altre sigle sindacali, l'Amministrazione ha sempre manifestato attenzione proprio alle questioni che vengono genericamente citate nella lettera, sottolineando come la soluzione dei problemi non possa avvenire se non sanando in modo complessivo e complesso alcune situazioni che sono il frutto di un decennio di abbandono e disattenzione, anche da parte di chi oggi si erge a paladino dell'interesse pubblico. Dopo anni di legislazione fortemente penalizzante del pubblico impiego sotto il profilo economico e giuridico e dopo un decennio di sfascio amministrativo a Palermo, troppo spesso accettato da chi avrebbe dovuto impedirlo, desta certamente comprensibile sorpresa e sbandamento una Amministrazione che dedica doverosa, approfondita e collegiale attenzione ai dipendenti comunali. I toni di quella lettera e la contraddizione tra la lettera e l'importanza e positività del confronto risentono probabilmente di quella sorpresa e di quello sbandamento. Auspichiamo che, come si dice nella lettera, possa essere presto ripreso il dialogo costruttivo, e non distruttivo, che tutti a parole dicono di professare.'