Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

AL COMANDANTE OTELLO LA MEDAGLIA DELLA CITTA'

(data pubblicazione 16 Aprile 2013)

Si č svolta oggi pomeriggio a Villa Niscemi la cerimonia di consegna della medaglia della Cittā di Palermo al partigiano Placido Armando Follari, meglio noto col nome di battaglia di 'Comandante Otello', in occasione del suo novantesimo compleanno. A ritirare l'onorificenza da parte del Sindaco Leoluca Orlando č stata la figlia Patrizia. Erano presenti l'assessore alla Partecipazione Giusto Catania, l'assessore al Centro Storico Agata Bazzi e i rappresentanti dell'Associazione Nazionale Partigiani Italiani, che con l'Amministrazione comunale sta organizzando le celebrazioni del 70° anniversario della Resistenza. 'Abbiamo pensato di celebrare il 25 aprile - ha detto il Sindaco Orlando - non per un semplice ricordo, ma con un forte accento di memoria, idea che ambisce a considerare il passato come elemento essenziale per costruire il futuro. Ringrazio l'Anpi per questa iniziativa e sono orgoglioso di donare al Comandante Otello la medaglia della nostra cittā. La nostra attivitā democratica - ha concluso il Sindaco di Palermo - non si esaurirā con la commemorazione del 25 aprile, ma andrā oltre fino al ricordo dei Fasci siciliani a cui questa Amministrazione dedicherā un largo nel quartiere di Bonagia'. L'iniziativa di oggi pomeriggio segna l'inizio delle celebrazioni della Liberazione, che coincidono quest'anno con il 70° anniversario del Movimento di Resistenza ed anche con il 120° anniversario del Movimento dei Fasci Siciliani. 'Cominciamo oggi la celebrazione del 25 aprile - ha detto l'Assessore alla Partecipazione Giusto Catania - premiando uno dei principali attori della resistenza antifascista, Placido Armando Follari. Non č mai accaduto che Amministrazione comunale e Anpi facessero un programma organico di ricordo. Il nostro - ha concluso l'assessore Catania - č un duplice percorso: quello di rendere 'quotidiano' il ricordo del 25 aprile e di costruire un percorso di studio e di approfondimento di quel periodo che ha condotto con la lotta partigiana il nostro paese alla libertā e alla democrazia.'

allegato