Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
mappa
immagine

Polizia Municipale - Celebrazione S. Sebastiano, patrono della Polizia Municipale d'Italia.

(data pubblicazione 20 Gennaio 2018)

Stamani nella Basilica di S. Francesco, nella omonima piazza, è stata celebrata da S.E.R. Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo metropolita di Palermo, la messa nella ricorrenza di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale d'Italia.

Il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore Gaspare Nicotri, il presidente del consiglio comunale Salvatore Orlando, il prefetto Antonella De Miro e le massime autorità civili e militari hanno partecipato alla cerimonia per esprimere la loro vicinanza al neo comandante Gabriele Marchese ed agli agenti ed ufficiali del Corpo. 

Il cappellano del Corpo, don Filippo Sarullo, nell’introduzione alla celebrazione ha ringraziato la polizia municipale per il servizio offerto a questa splendida città, soffermandosi sul  “concetto di fedeltà intesa come valore, come impegno verso tutti e la parola di Dio offre tanti spunti in merito, per evitarci il tradimento della fedeltà inteso come tradimento degli impegni assunti, per non cadere in una tristezza individualista”.

Nell'omelia S.E.R. Corrado Lorefice, si è soffermato sul concetto di umiltà “di Gesù che lava i piedi ad uno ad uno ai suoi discepoli” e sul significato della croce che è “un segno di vittoria; sulla croce sale l’amore che è l’esatto contrario del riferimento egoistico su di sé. Ricordando lo straordinario esempio di Biagio Conte ha continuato dicendo che “la vita ci è data per donarla e non deve prevalere l’io, ma l’altro, e se voi siete in comunione con Dio, non abbiate paura ma l’audacia di continuare a fare il bene incitandolo nel mondo, perché la logica del mondo non è dei cristiani e bisogna continuare a fare il bene che deve prevalere sul male”

Ha infine concluso rivolgendo agli appartenenti del Corpo “un saluto con stima e affetto, augurandovi la continuità del bene; in particolare faccio gli auguri al nuovo comandante Marchese per l’impegno cha va ad assumere” e rivolto anche alle autorità presenti “perché ognuno di voi che rappresenta la città, continui il bene ed a fare il bene da seguaci di Cristo”.

Da parte sua il comandante Gabriele Marchese, nel ringraziare tutti per l’accoglienza ricevuta e l’arcivescovo per le belle parole di cui farà tesoro nel lavoro quotidiano, ha sottolineato come “trent’anni fa agli inizi della mia carriera, la struttura organizzativa del Corpo aveva dieci dirigenti ed oggi ritrovo tre dirigenti, me compreso e dalle 2.200 unità di personale, previste dalla pianta organica, siamo 1.300 effettivi, con una età media di 54 anni. A loro dico grazie sapendo già che tante sfide ci attendono. La città di Palermo nel 2018, gestirà le grandi iniziative intraprese dall’amministrazione comunale, con un aumento dei flussi turistici e richieste di servizi, pertanto invito il personale del Corpo a dare il massimo impegno, insieme alle altre forze dell’ordine, in collaborazione, perché siamo tutti pezzi dello Stato. La Polizia Municipale ha l’obbligo di rispettare i diritti dei cittadini e le parole di due grandi uomini ispireranno il mio cammino, quelle di Giovanni Falcone dove dice che l’intelligenza e la capacità professionale non sempre vengono riconosciute e che là dove alligna la  mafia, un diritto viene presentato come un favore e l’altra del cardinale Pappalardo che ci sprona ad impegnarci  in una vita corretta e trasparente, a non sopraffare gli altri, no al dominio e al potere sul prossimo, no a soprusi e ingiustizie.”

Ha concluso gli interventi il sindaco Leoluca Orlando dando “un abbraccio forte al Corpo di Polizia Municipale ed un grazie  per l’attenzione e l’amore per la città. Voglio ringraziare il precedente comandante Vincenzo Messina per avere accompagnato un periodo di transizione della città per il cambiamento, un cambiamento con dolcezza e che per motivi di burocrazia oggi continua con il comandante Gabriele Marchese. Un cambiamento che ora va messo in sicurezza con fermezza, ricordando alle tante eccellenze di questa città che dovranno rassegnarsi a collaborare e mettersi alla prova senza protagonismi per realizzare, l’apertura della città. Il 29 gennaio allapresenza del presidente del consiglio e del ministro delle attività culturali sarà comunicato il programma delle manifestazioni legate a Palermo Capitale italiana della Cultura 2018 e tutti noi saremo messi alla prova. Vogliamo costruire una città nuova fondata su accoglienza e fratellanza, mi indigno del fratello che soffre e di chi lamenta un monumento sfigurato dalla presenza di un barbone e qui ricordo l’esempio di Biagio Conte che se non ci fosse andrebbe inventato ed è  sfortunato chi non c’è l’ha. Invito il comandante Marchese a continuare con durezza il cambiamento iniziato in collaborazione con una polizia municipale che continuo a chiamare vigili urbani, applicando il diritto, rispettando i diritti”

Durante la celebrazione eucaristica la Corale “S. Sebastiano” del Corpo, diretta dalla Maestra Serafina Sandovalli, ha eseguito i canti liturgici ed un agente ha recitato alla fine della messa la 'Preghiera del vigile urbano'.

mappa
foto foto foto foto foto