Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Mercato Albergheria. Tavolo tecnico-politico per la regolamentazione. Il 28 incontro pubblico

(data pubblicazione 12 Febbraio 2018)

Si è svolto nei giorni scorsi su iniziativa del Sindaco un tavolo tecnico-politico sul mercato dell'usato all'Albergheria.
Oltre allo stesso Sindaco e al Vice Sindaco Sergio Marino, erano presenti gli Assessori Emilio Arcuri, Giuseppe Mattina e Iolanda Riolo, il Presidente della I Circoscrizione Massimo Castiglia, la vice capo di Gabinetto Licia Romano, il vice comandante della Polizia Municipale Luigi Galatioto, nonché i rappresentanti della RAP, del Comitato “Sos Ballarò” e il consigliere Salvatore Imperiale.

Il tavolo è servito per fare il punto sullo stato di attuazione della Delibera di Giunta di aprile del 2017 e programmare gli interventi futuri per la regolamentazione del mercato.

Da parte di tutti è stato evidenziato come si stia rivelando estremamente proficua la collaborazione fra l’Amministrazione comunale e la Circoscrizione con Sos Ballarò, che ha permesso di inquadrare al meglio le esigenze e le peculiarità dell’area e del mercato, coinvolgendo anche i residenti.

Si è deciso che il prossimo 28 febbraio la I Circoscrizione convocherà un incontro pubblico a Piazza Colajanni per presentare alla cittadinanza lo stato di avanzamento del progetto che sarà oggetto di un nuovo atto di indirizzo della Giunta e che prevede:
- l’attivazione di un punto di raccolta dei rifiuti ingombranti da parte della RAP in via G. Verga (è alla firma del Sindaco la relativa Ordinanza);
- il ritiro, da parte di RAP, dei rifiuti ordinari e lo spazzamento delle strade alle ore 13.30 (alla chiusura del mercato dell'usato), in aggiunta all'ordinario ritiro nelle ore serali;
- il ritiro, in collaborazione tra Rap e la ditta aggiudicataria del servizio, degli indumenti usati a chiusura del mercato;
- l'assegnazione di un immobile in via Mongitore quale luogo polifunzionale a servizio del territorio e da gestire in modo condiviso. Tale immobile diventerà, tra l'altro, la sede della nascente associazione dei venditori;
- la definizione e delimitazione dell’area del mercato che diventerà zona pedonale durante alcune ore del mattino;
- la realizzazione della segnaletica per le zone di parcheggio per i residenti, già individuate;
- la previsione di un controllo quotidiano dell'area da parte della Polizia Municipale, in accordo con quanto deciso ed elaborato dal tavolo;
- la nascita dell’associazione dei venditori che avrà il compito di assegnare gli stalli agli iscritti, stabilire i criteri di turnazione e raccogliere le quote giornaliere per l'uso degli stalli;
- l’individuazione di un’area per i bagni che saranno in uso per servire il mercato;
- il risanamento delle piazze presenti nell'are del mercato. In particolare a piazza Colajanni è previsto di realizzare a breve: la potatura degli alberi, la piantumazione di piante e fiori, la realizzazione di una recinzione e la creazione di un’area gioco per i bambini; la cura della piazza verrà affidata ai residenti tramite i nuovi patti sul bene comune.

La Giunta predisporrà inoltre una proposta di regolamentazione da sottoporre all’approvazione del Consiglio Comunale.

“Il percorso svolto fin qui – ha detto il Sindaco – mostra la necessità e la qualità della collaborazione fra l’Amministrazione in tutte le sue articolazioni, la Circoscrizione, gli abitanti del quartiere e i venditori. In questa ottica, la nascita dell’associazione dei venditori assume un significato particolarmente rilevante perché permetterà una più corretta gestione ed organizzazione dell’area.

Grazie a questo lavoro costante e dettagliato, si delinea finalmente una sistemazione per una delle aree più significative del centro storico e di tutta la città, in un percorso condiviso e collaborativo che vede tutti partecipi di questo processo.”