Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

PROCESSO PETRUCCI: COMUNE E ASS. LE ONDE PARTE CIVILE

(data pubblicazione 11 Giugno 2013)

Il Tribunale di Palermo, in particolare l'Ufficio del GUP presieduto dalla Dr.ssa Daniela Cardamone, ha accolto stamattina la richiesta di costituzione di Parte Civile del Comune di Palermo e dell'Associazione 'Le Onde', nel processo per il femminicidio di Carmela Petrucci. Nell'accogliere la richiesta del Comune, cui si era opposta la difesa dell'imputato Samuele Caruso, il Giudice ha riconosciuto che il Comune 'è statutariamente e concretamente impegnato contro la violenza alle persone... attuando azioni positive contro la discriminazione, mediante plurime e concrete attività tra le quali l'adesione al protocollo di intesa fra vari Enti, costituenti la 'Rete contro la violenza alle donne e ai minori della città di Palermo', la sottoscrizione con la Presidenza del Consiglio - Dipartimento Pari Opportunità - di un protocollo finalizzato alla adesione alla Rete nazionale antiviolenza che ha lo scopo di rendere più efficace l'azione di prevenzione e di contrasto della violenza di genere.' 'La Costituzione di Parte Civile - hanno affermato il Sindaco Leoluca Orlando e l'Assessore Agnese Ciulla oggi presenti in Aula - rappresenta da parte dell'Amministrazione un atto naturale perché è naturale il nostro impegno contro ogni forma di violenza. Oggi abbiamo anche voluto manifestare la nostra vicinanza alle vittime di questa violenza, registrando ancora una volta la grande compostezza e il grande contegno dei familiari e degli amici di Carmela e di Lucia che ancora una volta hanno mostrato la dignità del proprio dolore unita ad un grandissimo senso civico e di rispetto della legge.' Il Sindaco e l'Assessore hanno anche espresso il proprio apprezzamento per la presenza in Aula dei rappresentanti de 'Le Onde' e di tantissimi compagni e compagne delle due ragazze, 'un segno tangibile della presenza fisica e non solo simbolica di queste due importanti comunità che nel dolore trovano ogni giorno energia per esprimere solidarietà ed impegno civile.'