Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

LAVORI PUBBLICI. GIUNTA IMPONE ACCELERAZIONE PROCEDURE

(data pubblicazione 09 Luglio 2013)

La Giunta comunale, nel corso della seduta tenutasi oggi pomeriggio a Villa Niscemi ha approvato un provvedimento per la razionalizzazione e l'ottimizzazione del complesso sistema di progettazione interna delle opere pubbliche, rivedendo tutti gli incarichi giÓ attribuiti ed imponendo alla macchina amministrativa una forte accelerazione delle procedure per la realizzazione dei lavori. 'Si tratta - spiega l'Assessore Bazzi - di un provvedimento che mira a dare un impulso alla realizzazione di quegli interventi che possono rendere, a prescindere dall'entitÓ economica delle opere, un sensibile contributo alla vivibilitÓ complessiva del territorio urbano ed all'economia cittadina costituendo, inoltre, volano per l'occupazione nel territorio.' 'Con questo provvedimento, per il quale abbiamo dato tempi di attuazione strettissimi e rigorosi alla dirigenza amministrativa - afferma il Sindaco - daremo una accelerazione a decine di progetti ed interventi, con una importante ricaduta sia in termini occupazionali - per i progettisti e quanti saranno coinvolti nella realizzazione dei lavori - che in termini di servizi e vivibilitÓ.' 'In alcuni casi - afferma ancora la Bazzi - l'attuale eccessivo numero di incarichi di progettazione su singoli progettisti potrebbe mettere a rischio la realizzazione di opere giÓ finanziate o mutui giÓ contratti dall'Amministrazione comunale; un processo di riorganizzazione delle progettazioni era ed Ŕ quindi indispensabile.' In concreto la Giunta ha deciso di procedere ad una ricognizione di tutti gli incarichi interni giÓ affidati e successivamente procedere a: - blocco e/o revoca di tutti gli incarichi di quelle progettazioni per opere non pi¨ presenti nell'approvando programma triennale delle opere pubbliche; - blocco e/o revoca di incarichi relativi a progettazione affidati da oltre un anno e il cui stato di avanzamento non ha ancora superato la fase di progettazione preliminare; per tali incarichi dovrÓ essere, prima della 'revoca', fissato il termine per la presentazione del progetto definitivo e convocata la conferenza dei servizi per l'acquisizione dei pareri nel termine di un mese dalla formulazione di specifica messa in mora a pena delle revoca dell'incarico. La Giunta ha inoltre, tenuto conto della imminente pubblicazione dei bandi relativi a progettazione delle scuole, deciso che per tali opere vi sia un termine di 15 giorni per la consegna dei progetti definitivi pronti per l'acquisizione dei pareri. Per tutti i progetti dotati di finanziamento e che dalla ricognizione risultassero essere giÓ a livello di progetto definitivo e/o esecutivo il termine per la pubblicazione del relativo bando sarÓ di sessanta giorni. 'Mentre l'economia cittadina risente pesantemente della crisi - afferma il Sindaco - l'Amministrazione, senza alcun costo aggiuntivo rispetto a quanto giÓ impegnato ma solo con uno sforzo di efficienza e coordinamento, pu˛ diventare uno strumento per rimettere importanti opere pubbliche e, pi¨ in generale, per immettere nel circuito economico importanti risorse finanziarie.' Il provvedimento della Giunta mira comunque, al di lÓ della situazione contingente, a mettere ordine nel settore degli incarichi interni ed esterni e per questo lo stesso atto prevede che entro due settimane dovranno essere pubblicati gli avvisi per la predisposizione degli Albi dei professionisti di fiducia dell'Amministrazione per incarichi di progettazione sottosoglia e per l'Albo delle imprese di fiducia per Lavori in economia e, entro una settimana, al fine di dar seguito a una efficace comunicazione e con riferimento all'Elenco Annuale dell'approvando programma triennale delle opere pubbliche dovrÓ essere redatto il programma delle gare e dei cantieri che saranno avviati in ciascun mese del prossimo anno. Entro due mesi, infine, dovrÓ essere redatto dagli Uffici un apposito regolamento per l'attribuzione di incarichi interni per progettazione che preveda, tra l'altro, un massimo di 2 incarichi contemporanei ed i termini massimi di espletamento degli stessi in ragione della relativa complessitÓ; in ogni caso l'espletamento dei medesimi non potrÓ mai superare l'anno e dovrÓ inoltre essere specificato che il ritardo e/o l'inadempienza avrÓ refluenze sulla valutazione. --