Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

POLIZIA MUNICIPALE PRESENTATO PROGETTO QUARTIERE VIVO

(data pubblicazione 09 Gennaio 2014)

Si è svolta stamani presso la sede di rappresentanza del Comune a Villa Niscemi la conferenza stampa di presentazione del progetto della Polizia Municipale 'Quartiere Vivo', rivolto ai cittadini del quartiere di San Flippo Neri, ex Zen. Presenti, tra gli altri, il Sindaco Leoluca Orlando, l'Assessore alle Attività Sociali, Agnese Ciulla, il Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, il presidente della VII Circoscrizione, Piero Gottuso, il capo delegazione Fai, Rita Cedrini, il dirigente scolastico della scuola 'G. Falcone', Daniela Lo Verde e il presidente dell'Associazione 'Davide Scarfeo', Marina Amoroso. L'incontro con i giornalisti è servito per illustrare l'obiettivo del progetto che consiste in un percorso migliorativo della qualità sociale del quartiere attraverso interventi di prossimità sul territorio, realizzati con l' 'Agenzia dei diritti', presidi sul territorio che accoglieranno le problematiche espresse dagli abitanti del quartiere inerenti la sicurezza, la protezione sociale ed in generale la qualità della vita. 'Presentiamo oggi un nuovo modello di Polizia comunale che si affianca a un nuovo modello di scuola e di società civile - ha detto il Sindaco Leoluca Orlando -. Questo perché siamo convinti che i quartieri della nostra città non possono essere considerati luoghi di isolamento e di emarginazione, ma, al contrario, luoghi vivi e di partecipazione collettiva e da questo punto di vista l'impegno delle scuole dello Zen, che si trasformano inevitabilmente in 'agenzia educativa' cosi come l'impegno del Fai e della Polizia Municipale è il segnale netto che stiamo costruendo una comunità' Il progetto che parte oggi si concluderà nel 2015 e si prefigge di sensibilizzare il senso civico degli abitanti, promuovendo un nuovo rapporto tra i cittadini e gli operatori del Corpo di Polizia Municipale già sperimentato con l'esperienza della 'Community Policing', espressione del presupposto che l'azione di polizia debba essere vista dalla popolazione come un aiuto. 'Quartiere Vivo', è dunque il nuovo modello di polizia di comunità dove, attraverso un processo di consultazione con la popolazione con il coinvolgimento in partnership di enti e associazioni. In tal senso hanno dato la propria adesione il FAI - Fondo Ambiente Italiano - delegazione di Palermo, l'Associazione 'Giustizia per le strade - associazione contro gli assassini alla guida Davide Scarfeo' di Palermo, gli Istituti Comprensoriali 'Falcone e Borsellino' e 'Sciascia' con le rispettive sedi nel quartiere. 'Il senso di questo progetto - ha dichiarato il comandante della Polizia municipale, Vincenzo Messina - è la salvaguardia degli aspetti della legalità e della partecipazione sul territorio, partendo dal quartiere Zen, scelto perché è stato registrato un determinante interesse da parte dei residenti. Oggi, diamo vita all'esperienza di polizia di prossimità che si occupa anche di essere custode delle problematiche del quartiere individuando soluzioni e progetti, partendo dalla legalità e dalla scuola, circuito che dovrà l'unione tra il cittadino e l'amministrazione comunale'. 'Spesso chi infrange le regola lo fa per ignoranza - ha detto il presidente della VII circoscrizione, Piero Gottuso - e pertanto voglio esprimere il mio ringraziamento per la Polizia Municipale che con questo progetto ci da l'opportunità di inculcare nei cittadini il rispetto delle regole che paga in termini di convivenza civile' Il progetto si articola in quattro fasi: Nella prima, saranno effettuati una serie di laboratori e seminari che vedrà coinvolti i cittadini del quartiere S. Filippo Neri e operatori della Polizia Municipale, su temi quali Comunicazione interpersonale, Gestione dei conflitti, Front office e la gestione del reclamo, Violenza di genere prevenzione e controllo. La seconda fase, prevede interventi nel settore scolastico con argomenti quali 'Educazione alla legalità' - 'Io Sto nel quartiere e Consiglio di Quartiere dei ragazzi'- 'Educazione stradale' da effettuarsi nelle scuole ' G. Falcone ' e 'L.Sciascia'. Progetto di vigilanza ambientale nella terza fase che si articola su due campagne promozionali ' Lo ZEN Si Differenzia' e l'organizzazione della 'Giornata della differenziata' che vedrà coinvolti gli abitanti del quartiere. La quarta ed ultima fase, inerente le 'Azioni di Sicurezza' si articola in tre linee di intervento riguardanti il servizio di prossimità, lo sportello di sicurezza ed il potenziamento del parco veicoli e delle dotazioni strumentali della Polizia Municipale, da impiegare per il controllo del territorio del quartiere. Il progetto 'Quartiere vivo', è stato ammesso al finanziamento con decreto regionale nell'ambito dell'attuazione territoriale dell'ASSE VI 'Sviluppo Urbano sostenibile' del P.O. FESR Sicilia 2007-2013. In particolare, è previsto un finanziamento di euro 1.460.470,00 per l'acquisto di : 6 Autovetture, 6 ciclomotori, 6 motocicli, 3 furgoni, 4 stazioni mobili, 2 dotazioni tecnologiche per verifica documenti, 58 radio portatili, 12 radio motociclari, 13 radio veicolari, 10 personal computer, 10 personal computer portatili,6 tablet per rilevazioni infrazioni, 20 telecamere per videosorveglianza, 3 stazioni ripetitrici con kit e monitor, 1 sala regia.

allegato