Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram Seguici su Google+ mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Advocacy Bootcamp - Le biblioteche per la città: sviluppo e inclusione

(22 Marzo 2017)

“Le biblioteche per la Città: sviluppo ed inclusione”
con Marci Merola, Maria Stella Rasetti e Antonella Agnoli

Palermo 22 marzo 2017
Archivio storico comunale – (Via Maqueda 157)

09.45-13.00: advocacy bootcamp per bibliotecari e operatori culturali
15.00-17.00: incontro con decisori politici, rappresentanti di istituzioni ed associazioni, bibliotecari, operatori culturali.

L’Ambasciata Americana in Italia, l’American Library Association organizzano con con AIB-Associazione Italiana Biblioteche Sezione Sicilia, la collaborazione del Sistema bibliotecario e Archivio cittadino di Palermo e il patrocinio della Città di Palermo un workshop sul tema “Le biblioteche per la città: sviluppo ed inclusione”.

La mattina prevede un seminario sull'advocacy delle biblioteche per bibliotecari e operatori culturali (si tratta del secondo advocay bootcamp dopo quello del 7 marzo).

Nel pomeriggio seguirà una conversazione tra i vari attori e portatori di interessi e intende dimostrare il ruolo delle Biblioteche come spazi di partecipazione, inclusione e scambio di informazioni: oltre che custodi della memoria libraria le biblioteche possono essere veri punti di riferimento per le comunità. 

Intervengono, tra gli altri, Marci Merola dell'American Library Association, Antonella Agnoli consulente bibliotecaria, Maria Stella Rasetti della Biblioteca San Giorgio di Pistoia.

Si tratta di un’importante occasione per lo sviluppo del nostro servizio bibliotecario: in uno scenario complesso come quello siciliano può essere decisivo comprendere che le Biblioteche pubbliche, cittadine, scolastiche, speciali, accademiche hanno il potere di trasformare la vità delle persone e delle comunità.
Occorre formarsi e prendere coscienza che è possibile – doveroso – intervenire e sviluppare nuove capacità relazionali, interistituzionali e professionali, superando anche gli alibi di eventuali chiusure istituzionali e della scarsità di fondi.
Sostenendo con professionalità e idee efficaci il valore delle nostre Biblioteche potremo comprendere come accendere l’attenzione dei cittadini e dei decisori politici su un vero e proprio asset infrastrutturale di conoscenza e di welfare che le biblioteche sono chiamate ad essere nella città e per le comunità.

La partecipazione è gratuita.

allegato
foto