Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

Tutto Mozart

(dal 07 Aprile 2018 al 08 Aprile 2018)

Il concerto di sabato 7 e domenica 8 aprile vedrà il pianista e direttore Barry Douglas sul podio del Politeama Garibaldi a dirigere l'Orchestra Sinfonica Siciliana. In programma tre concerti di Mozart. Douglas è stato già protagonista di un esaltante concerto nella scorsa stagione. 

Il concerto n.22 della 59ma stagione è tutto dedicato a Mozart. Questo il programma: Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791), Concerto per pianoforte e orchestra n. 20 in re minore K 466;   Concerto per pianoforte e orchestra n. 21, in Do maggiore, KV 467; Concerto per pianoforte e orchestra n. 25 in Do maggiore K 503.

C'è una variazione di data: il concerto del turno serale si terrà domenica 8 aprile alle ore 18. Il turno pomeridiano del sabato rimane invece invariato, il 7 aprile alle ore 17,30.

A dirigere l'Orchestra Sinfonica Siciliana il pianista Barry Douglas, già protagonista di un'esaltante concerto nella scorsa stagione. 

Concerto per pianoforte e orchestra n. 20 in re minore K 466 Mozart lo completò nel 1785 a Vienna, per eseguirlo come solista l'11 febbraio dello stesso anno  a Vienna in uno dei suoi concerti per abbonamento molto frequentati.

Si racconta che Mozart distribuì agli orchestrali le copie appena trascritte dell'ultimo movimento, al momento stesso di andare in scena. Il concerto si svolse nella sala Mehlgrube e vi parteciparono anche il padre Leopold, appositamente venuto da Salisburgo. Il K 466 è a tutt'oggi il Concerto più eseguito, assieme al K 488 tra i 25 concerti per pianoforte di Mozart.

E fu il concerto preferito da Beethoven, che ne scrisse una cadenza che viene a tutt'oggi eseguita da gran parte degli interpreti non avendo Mozart lasciato una sua cadenza per il K 466. Proprio in Beethoven dobbiamo cercare le influenze più profonde ed immediate, ma non nei concerti per pianoforte del compositore di Bonn, che sono strutturalmente e concettualmente molto diversi da quelli di Mozart, ma nelle sinfonie.

Mozart compose 41 sinfonie, ma solo poche di esse sono assimilabili per dimensioni, organico, intenzioni e contenuti a quelle che nei 150 anni successivi furono il genere "principe" della ricerca musicale. La tonalità di re minore è una delle predilette dal compositore, tanto che alcuni critici l'hanno definita come "la tonalità dell'anima" di Mozart. Mozart utilizzerà ancora la tonalità in re minore - particolarmente indicata quando si vogliono toccare le corde ed i sentimenti più profondi ed intimi dell'animo umano - nella Messa di Requiem e nel suo Don Giovanni.  Precedentemente l'aveva utilizzata nel Quartetto per archi K 421

E' suddiviso nei seguenti movimenti: Allegro assai; Allegro; Romanza; Allegro assai; Durata: 32'

Concerto per pianoforte e orchestra n. 21, in do maggiore, K 467  Un mese dopo il concerto n.20, Mozart propose ai suoi appassionati ascoltatori questo concerto dai toni più rassicuranti. Il concerto debuttò il 12 marzo del 1875 a Vienna. Il Concerto si riferisce ad un periodo particolarmente felice  del compositore, dal punto di vista economico.

E' il ritorno di Mozart ad una scrittura brillante. Il secondo movimento, Andante, in fa maggiore, aperto da un tema esposto dai violini primi con sordina e ripreso dal pianoforte, è una delle pagine più famose di Mozart per la sua dolce cantabilità che assume toni ora tristi ora sereni ora angosciati grazie anche alle 20 modulazioni che si possono apprezzare al suo interno.(R.Viagrande). E' suddiviso nei seguenti movimenti: Allegro maestoso;  Andante; Allegro vivace assai. Durata: 28'

Concerto per pianoforte e orchestra n. 25 in Do maggiore K 503  Mozart lo compose alla fine del 1786  e rispecchia il cambio di gusti del pubblico, sempre meno interessato ai suoi concerti, ma va sottolineato che il salisburghese utilizzava i concerti per farsi conoscere ed apprezzare nel campo dell'opera lirica.  

E' un concerto che si segnala per i passaggi virtuosistici, passaggi complessi, che richiedevano un certa abilità al pianista. Forse Mozart compose questo Concerto  perché destinato ad un ciclo di Accademie durante il periodo dell'Avvento o a un'esecuzione a Praga dove si sarebbe recato nel mese di gennaio del 1787. Nel secondo tema dell'Allegro maestoso, ci sono casuali analogie con la Marsigliese.Il concerto si divise nei seguenti movimenti: Allegro maestoso; Andante; Allegretto. Durata: 32'.

Biglietti 12-25 euro al Botteghino del Politeama Garibaldi e un'ora e mezza prima dello spettacolo. Sconto del 50% per studenti e under 30.

Info: biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it, vivaticket.it, 091 6072532.

Ulteriori informazioni: www.orchestrasinfonicasiciliana.it

foto