Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
Mappa
immagine

(Ri)Guardo il Fluire

(dal 31 Maggio 2018 al 07 Giugno 2018)

Una novità assoluta è quella che caratterizza la mostra collettiva (Ri)Guardo il Fluire e che si inaugura giovedì 31 maggio alle ore 18.30 presso la sede dell’Ordine dei Medici a Villa Magnisi in via Rosario da Partanna, 22. La mostra organizzata dall’associazione onlus StupendaMente e curata da Laura Francesca Di Trapani, è un evento collaterale al convegno di arte terapia "L'Arte che In-forma e Tra-sforma" e propone uno sguardo al percorso e all'approccio che alcuni arte-terapeuti, portando avanti anche una propria autonoma ricerca artistica, hanno verso il manufatto dell’arte stessa. Muovendosi in una duplice dimensione che inevitabilmente apre a nuove letture, è un percorso espositivo in cui gli artisti intendono raccontare l'influenza che la professione di arte-terapeuta vive nella sua ricerca artistica. Il fluire che rappresenta il tema principe della mostra,  è infatti riferito alla relazione tra terapeuta e paziente, in un contatto liquido che prende una forma diversa, che rappresenta appunto la situazione di “(ri) guardo il fluire”.

Il pensiero è fluido e prende la forma che la nostra mente decide di dargli. È un dialogo con se stessi e con l'altro, che è alter, che è il sé uscito fuori e confluito in nuove esperienze umane, culturali. La narrazione attraverso il manufatto artistico, l’immagine, di quello che si era, e la forma che assume dopo un contatto che è contaminazione. Una visione privilegiata questa, per chi possiede doppi strumenti di introspezione e di esternazione, in una relazione col sé che si origina dalla relazione con l'altro, col nuovo. L'altro in questo caso è il paziente mentre l’arte, in quanto espressione individuale privilegiata, diventa luogo di incontro dove l’artista ha l'occasione di poter cogliere e raccontare le suggestioni di tale scambio. L'ingresso alla mostra è gratuito con apertura sino a giorno 7 giugno.

foto foto foto foto foto