Comune di Palermo - Accade a Palermo - Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Accade a Palermo - Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

Canto perché l'amor non passa.

(dal 02 Gennaio 2021 al 03 Gennaio 2021)

In occasione delle  festività natalizie, all’interno del progetto culturale dal tema “ Accendiamo una luce…” promosso dal Comune di Palermo Area delle CulturE, l’Associazione MusicaMente presenta “Canto perché l’amor non passa” con testi e regia di Gianfranco Perriera.

Che le storie d’amore tipiche della letteratura d’occidente avessero tentazione tragica, aveva scritto De Rougemont. Che le storie d’amore (e la vocazione artistica sempre d’amore è ispirata) non si rassegnino alla pochezza, alle offese, alle catastrofi del mondo, suggerisce lo spettacolo.

Le Musiche di questo spettacolo, frutto di una ricerca musicologica di Paolo Rigano, mirano a ricreare la  luce e l’atmosfera nelle strade e nei vicoli delle città siciliane, ed in particolare di Palermo, durante la dominazione spagnola. Danze, tonos humanos, canzoni- arie antiche siciliane sono eseguiti  con gli affascinanti strumenti dell’ epoca e la tecnica esecutiva del tempo.

Tra seicento e settecento Palermo, tra luci e ombre, visse un periodo di grandi trasformazioni ed innovazioni, in cui la città assunse l’aspetto di grande capitale. Soprattutto per la musica fu un periodo di incantato fervore. Stili ed etnie si mescolavano in straordinaria creatività. Accompagnate da questa musica, eseguita in  scena, due donne (una narratrice e la cantante – voce del personaggio protagonista) conducono gli spettatori in un racconto che, pur se ambientato in secoli lontani, mantiene l’universalità delle sue tematiche. Precipitata nella rovina economica, la protagonista femminile, dovrà sopportare sradicamento e violenza, ma sulla sua strada incontrerà – la sera di Natale - un musicista e, con lui, una travolgente storia d’amore. Sarà lui a insegnarle l’arte del canto. Un canto malioso che non dimentica il dolore, ma che lascia risuonare anche la sua protesta contro le offese del mondo e che apre alla possibilità che le ferite degli umani possano un giorno trovare giustizia. 

Canta, la donna, perché l’amor per gli umani non passa.

Con: 

Gianfranco Perriera, regista e ideatore

Silvia Di Giovanna, attrice

Paolo Rigano, chitarra barocca

Debora Troìa, canto

Silvio Natoli, colascione e tiorba

Giuseppe Valguarnera, percussioni

Alessandro Nasello, flauto, fagotto

Cinzia Guarino, clavicembalo

Di seguito i link per seguire lo spettacolo:

https://www.facebook.com/FontaroARCI

https://www.facebook.com/MusicaMentePalermo

foto