Comune di Palermo - Comunicati stampa- Notizia estesa

rss Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Instagram mailinglist Canale Youtube del Comune di Palermo

Comune di Palermo

Home - Comunicati stampa- Notizia estesa
Condividi
Stampa
Stampa
immagine

DL Sicurezza incostituzionale. Dichiarazione congiunta delle Consulte della Pace e delle Culture

(data pubblicazione 11 Luglio 2020)

Francesco Lo Cascio e Ibrahima Kobena, rispettivamente portavoce della Consulta della Pace e presidente della Consulta delle culture riconfermano, con una nota, la loro fiducia nelle istituzioni democratiche, e in particolare - scrivono - "nella Corte costituzionale che ha dimostrato di essere garante della giustizia e del rispetto della Costituzione".

"La Consulta per la Pace, la non violenza e i diritti umani e la Consulta delle culture - continuano - non avevano nessun dubbio sull'incostituzionalità del decreto Sicurezza che impediva ai richiedenti asilo l'iscrizione anagrafica, in quanto il diritto alla residenza è un diritto inalienabile di chiunque vive sul nostro territorio per l'accesso ai servizi fondamentali.

Esprimiamo il nostro plauso al sindaco per aver personalmente firmato centinaia di iscrizioni anagrafiche al termine delle regolari procedure di verifica e controllo, sollevando così i funzionari comunali da responsabilità, ma anche da timori volgarmente alimentati da pezzi della politica nazionale e locale, come egli stesso ha ricordato.

Vogliamo, infine, richiamare l'attenzione delle istituzioni e dei politici sul voler affrontare il tema dell'immigrazione con un approccio collaborativo e cooperativo, e non difensivo, in quanto siamo convinti - concludono - che le politiche sull'immigrazione non vadano trattate insieme ai temi legati alla sicurezza del territorio".