Animaphix

Accade a Palermo (dal 12 Ottobre 2022 al 16 Ottobre 2022) Mappa
Foto

L'artista canadese Thomas Corriveau protagonista della prima residenza artistica al Museo Guttuso e di una retrospettiva integrale in occasione della prossima edizione di Animaphix.

All'artista sarà i dedicata una retrospettiva integrale e un cine-concerto con la sonorizzazione live delle sue opere durante la prima parte della prossima edizione di Animaphix, in programma a Palermo dal 12 al 16 ottobre presso i Cantieri Culturali alla Zisa -.

Thomas Corriveau si interessa del corpo danzante per esplorare la figura umana, sviluppando strutture ripetitive e frammentate in loop animati. A partire dagli anni Ottanta le sue opere fanno parte di collezioni private e pubbliche, esposte sia in Canada che all’estero. Ha al suo attivo quindici opere pubbliche integrate nell’architettura del Québec.

Per la residenza realizzerà un video animato con la tecnica pittorica, condividendo il processo creativo e produttivo con la comunità locale che potrà assistere a prove aperte e partecipare a momenti di confronto. I dipinti che fungeranno da fotogrammi per la creazione dell’opera finale saranno esposti nella sala delle mostre temporanee del Museo, mentre il video sarà presentato sul grande schermo all’aperto del Festival, in occasione della serata conclusiva che si terrà il 31 luglio.

Sulla residenza, che nasce con l’intento di dare impulso alla ricerca e alla produzione artistica, innescando processi virtuosi di rigenerazione attraverso la creatività contemporanea come motore di innovazione, capace di creare interconnessioni tra le persone e i luoghi, rafforzare il senso di appartenenza della collettività e valorizzare l’immagine del territorio nei confronti del mondo esterno, così dichiara Rosalba Colla, ideatrice e direttrice artistica di Animaphix: «Questo progetto è un atto rivoluzionario e una sfida per il futuro del Museo Guttuso come spazio pubblico. L’intento è quello di generare processi di partecipazione civica a base culturale e creazione di un valore condiviso, capace di produrre impatti significativi e duraturi sul territorio. Partiamo in grande con un artista internazionale, Thomas Corriveau, grazie alla partnership con l’ente CALQ fondato dal Ministero della Cultura e delle Comunicazioni del Québec che sostiene gli artisti all’estero. Un grande valore aggiunto per la nostra prima residenza».

Daniele Vella, Assessore alla Cultura del Comune di Bagheria, dichiara: «Confermare l’appuntamento con Animaphix significa per noi dare continuità ad un evento che nel tempo è riuscito ad evolversi, diventando un punto di riferimento culturale e una vetrina internazionale in cui la creatività contemporanea trova spazio. Una manifestazione che, grazie ad importanti collaborazioni, dà vita a percorsi espressivi nuovi e stimolanti, come quello della residenza d’artista fortemente voluta dall’organizzazione e accolta con favore dall’Amministrazione. È un momento artistico che si fa presente e che si apre alla partecipazione».

L’identità visiva del Festival è stata affidata al regista e video artista Gianluca Abbate, autore del visual design di diversi programmi Rai e di numerose opere sperimentali in cui fonde cinema, arte e nuove tecnologie, che hanno vinto i più importanti premi internazionali e sono state mostrate al MAXXI e al MACRO di Roma, al MMOMA di Mosca, al Museo di Arte Moderna di Istanbul e sul canale televisivo ARTE.

</> Arte
X

Ti è stata utile questa pagina?

Informativa privacy

Invia
Ti è stata utile questa pagina?
Per valutare questa pagina devi essere registrato  (Accedi)